Ricette ed informazione sul mondo della cucina naturale crudista.

domenica 14 febbraio 2010

Animalisti contro le barbarie Halal della COOP nei confronti degli animali



Gli animalisti ed i vegetariani protestano contro la decisione della COOP di vendere carne macellata con il cruento metodo ḥalāl nei propri ipermercati.
Tutti i blog riuniti per diffondere la grossa protesta in atto da parte dei consumatori.


Tratto da ErbaViola.com

Sapete come funziona la macellazione halal? Una barbarie, una lunga tortura sugli animali che in Italia era sparita ed è poi stata riammessa con un decreto del 1980?
L’animale sano viene portato al macello dove, invece dello stordimento e uccisione senza sofferenza, viene sgozzato con un taglio netto alla giugulare. Deve morire “cosciente e per dissanguamento”, questo prescrive la legge musulmana. Un vitello, mi informa un veterinario, può impiegarci un’ora a morire dissanguato. Un manzo può impiegarci un’ora e mezza, anche due, durante la quale è perfettamente cosciente. Ma non è tutto. Se per caso l’addetto alla macellazione halal sbaglia la mira o fa un taglio poco profondo, non è possibile intervenire con un secondo taglio, perché non sarebbe più carne halal quindi in alcuni casi l’animale viene lasciato agonizzare per più tempo. Dio, a quanto pare, desidera che i manzi muoiano dissanguati. (Su youtube ci sono video della macellazione halal, qui trovate altri dettagli in fondo alla voce ‘macellazione religiosa’: http://it.wikipedia.org/wiki/Macellazione)
La Coop non ha mai risposto alle richieste di sei milioni di vegetariani italiani e di diverse associazioni che chiedevano di incrementare i prodotti a base di soia e seitan, che non richiedono nessuna crudeltà sugli animali e sono utili anche a consumatori intolleranti al lattosio, diabetici, ipertesi, obesi, colesterolemici ecc.  Da anni e solo in alcune Coop, non in tutte, si trovano una confezione di tofu al sapore di gomma per cancellare e una confezione di seitan utile solo per fare suole da scarpe. Solo una marca, solo due pacchettini, a discrezione del buyer latticini di quel singolo supermercato.
Però, come farsi mancare una macelleria halal? Potevamo forse vivere senza? Potevamo forse esimerci dall’avvallare questo metodo barbaro di sofferenza inflitto nel nome della religione? I signori della Coop sono quindi convinti che  agnelli e manzi devono morire dissanguati tra pene enormi solo perché a loro piace la parola ‘multietnico’?

Cari signori della Coop, ‘multietnico’ non significa importare la barbarie e l’inciviltà, non significa far morire degli animali dissanguati in una lunga agonia in nome di una religione. Multietnico significa semmai che il meglio della mia civiltà si unisce al meglio di altre civiltà.  Questa è barbarie, VERGOGNA COOP, VERGOGNA! Invece di insegnare la civiltà, insegnate la vivisezione e la tortura!



Ecco una lettera di protesta da inviare alla direzione della COOP contro queste barbarie

 Facciamoci sentire tutti insieme!


Ufficio stampa: silvia.mastagni@ancc.coop.it

Direzione Coop Reno e Direzione Coop Lombardia

Testo:
--------------------------------------------------
All'att. dell ufficio Stampa C.O.O.P. Italia

Le volevo far presente il mio totale dissenso in quanto cittadin_ italia_ / soci_ COOP,
in merito alla nuova area commerciale della vendita di carne macellata con metodo hala,
sottoponendo alla vs attenzione il metodo barbaro per macellare:

1)
L'uccisione deve avvenire recidendo la trachea e l'esofago: i principali vasi sanguigni verranno recisi di conseguenza. La colonna vertebrale non deve invece essere recisa: la testa dell'animale non deve essere staccata durante l'uccisione.
2)
L'uccisione deve essere fatta in una sola volta: il movimento di taglio deve essere continuo e cessa quando il coltello viene sollevato dall'animale. Non è permesso un altro taglio: un secondo atto di uccisione sull'animale ferito rende la carcassa non halal.
Il dissanguamento deve essere spontaneo e completo.
La macellazione deve iniziare solo dopo aver accertato la morte dell'animale.

Richiedo la chiusura del reparto e l'interruzione immediata della commercializzazione di tale prodotto.

Attendo una Vs risposta

Nome cognome


Gruppo di protesta su facebook:
http://www.facebook.com/?ref=home#!/group.php?gid=466070955190&ref=ts

3 commenti:

valverde ha detto...

posso linkare questo post sul mio blog? vi ringrazio per l'informazione
valverde ( vegetariana)

Eco della Terra ha detto...

mmh, non apevo fosse così cruenta la morte degli animali con metodo halal.

Si, per lo meno bisognerebbe pretendere che gli animali che mangiamo non soffrano al momento della morte e che vivano bene e all aperto durante la propria vita.

Per assurdo, un toro vive meglio di una mucca da latte!

ecodellaterra.blogspot.com

Bioecomen ha detto...

Valverde, assolutamente si, copia e linka tutto quello di cui necessita.

Eco della terra: Un toro vive molto meglio di una vacca da latte.... ha perfettamente ragione!