Ricette ed informazione sul mondo della cucina naturale crudista.

domenica 22 giugno 2008

L'argilla, Panacea naturale.






L'argilla è una terra usata dagli animali e sin dall'antichità dall'uomo per le sue proprietà curative e per i suoi innumerevoli modi d'uso che la distinguono dalle altre terre.

L'argilla è una terra antica e ricca di minerali, il suo uso si perde nella notte dei tempi.
Da qualche anno a questa parte ha preso prepotentemente il posto tra le terapie naturali più efficaci surclassando molti rimedi farmacologici tradizionali con risultati stupefacenti.

Vediamo insieme le proprietà di questa terra e perchè viene usata e definita miracolosa e sempre più apprezzata ai giorni nostri:
L'argilla è un potente rimineralizzante del corpo. Contiene una grande quantità e qualità di minerali in percentuale variabile ed è formata principalmente da silice e allumina.
I suoi minerali sono facilmente assimilabili dal corpo in quanto molto bio-disponibili,
é quindi un indispensabile fonte di minerali carenti nella dieta artificiale quotidiana delle persone dato il suo potere di donare microelementi preziosi al corpo.

L'argilla è un potente antibatterico naturale, su piaghe e ferite svolge un azione vivificante ed antisettica, favorisce un rapido risanamento dei tessuti in modo naturale e veloce.
Non a caso gli animali feriti ed amalati fanno bagni d'argilla per guarire le ferite e i mali conoscendone d'istinto le sue proprietà.
L'argilla assunta per via orale ha azione antibatterica , rimineralizzante , vivificante e purificante dell'intero organismo.
Sono molteplici le proprietà dell'argilla se ingerita, ha un potente effetto adsorbente, assorbendo dalle pareti intestinali nel suo passaggio: scorie, gas, veleni e tossine . Rende dura la vita di vermi e batteri patogeni sanificando il loro habitat generalmente malsano e quindi non permettendo loro la vita.
Riesce ad attirare a sè pus, secrezioni putride, materiali nocivi e tutto quello non adatto e di rifiuto ad una normale attività dell'organismo.
La sua predisposizione a curare le malattie, sterminare batteri patogeni (risparmiando però i batteri utili) concentrarsi sulle zone malate e curare senza fare danni come invece fanno i medicinali tradizionali, ne fanno un elemento vivo e intelligente governato da forze non chiarite nemmeno dalla scienza moderna.

La sua azione adsorbente ripulisce a fondo e risana le pareti malate e piene di muco dell'intestino di una dieta artificiale comune, ripulendo l'intestino e ripristinando le normali attività dell'organismo.

Un trattamento a base di argilla è ottimo nel caso si voglia passare ad un'alimentazione naturale crudista e fruttariana.
L'intestino verrebbe ripulito per intero e successivamente si potrebbero assumere alimenti naturali e depuranti senza i problemi relativi alla successiva ed inevitabile disintossicazione dell'organismo.

Spiego bene:

Durante il cambiamento da dieta artificiale a dieta naturale, il muco, le scorie e le tossine depositate nell'intestino con l'andare degli anni vengono sciolte dai cibi naturali e disintossicanti.
Durante il primo periodo di cambiamento il corpo deve smaltire tutte le tossine accumulate che vengono liberate dal muco duro che l'alimentazione naturale sta aiutando a sciogliere.
Se i depositi di muco duro dove venivano conservate all'interno tossine e batteri, venivano assorbite progressivamente dall'organismo e quindi con danni durevoli nel tempo ma non critici, adesso con la depurazione integrale dell'intestino vengono rilasciate tutte in grande quantità per via dello scioglimento del muco putrido. L'organismo trova quindi il bisogno di molta energia per riuscire a smaltire questa mole di tossine e non riuscendo a smaltirle tutte assieme vanno disperse nel corpo intero periferico.
Questa dispersione di tossine causa malessere per il primo periodo della dieta naturale, si creano disagi e malesseri generali a volte acuti come mal di testa, nausea e sfoghi cutanei.
Molte persone non informate adeguatamente, durante il passaggio ad una dieta naturale lasciano la dieta per via dei malori, pensando fossero attribuiti alla nuova alimentazione magari sbagliata. Ma non è così! è la normale depurazione del corpo dalle vecchie abitudini alimentari sbagliate.
Questo periodo ha una durata variabile sempre in base al grado di intossicazione dell'organismo e porta il corpo verso la purificazione integrale.

In questo caso ci viene in aiuto l'argilla, prima di iniziare seriamente una dieta naturale crudista o fruttariana sarebbe opportuno non lasciare al corpo tutto il duro lavoro di disintossicazione dell'organismo, ma farsi aiutare dall'argilla che tramite il suo potere assorbente aiuta fortemente questo passaggio critico e ne limita i contro.

L'argilla andrebbe assunta ogni giorno a digiuno, così facendo la terra passando nell'intestino ripulirà le pareti intestinali e assorbirà le tossine e le sostanze di rifiuto in modo da aiutare il corpo nella disintossicazione e disincrostazione. Il corpo così ripulito, passando da un alimentazione sbagliata a quella giusta, è aiutato nella transizione e gestisce meglio la depurazione, in quanto la terapia d'argilla ha già spazzato via moltissime tossine e muco dando un aiuto al corpo che all'inizio della dieta crudista avrà tempi di disintossicazione e malessere brevissimi oppure addirittura nulli nella maggior parte dei casi. Per questo l'argilla ha un ruolo importantissimo d'aiuto nell'alimentazione naturale.

Per iniziare una terapia interna di argilla ci vuole pochissimo.

Prendere dell'argilla verde ventilata, un cucchiaino inossidabile o di legno( mai metalli o plastica) ed un bicchiere di vetro.
Mettere un cucchiano raso da caffè di argilla verde in un bicchiere di vetro pieno a metà d'acqua e mescolare per bene sino ad avere il colore dell'acqua omogeneo.
Lasciare riposare una notte intera e bere la mattina l'acqua argillosa a digiuno e per le prime volte ed i primi giorni solo l'acqua e non il sedimento che si sarà dapositato sul fondo.
Dopo che ci si sarà abituati al sapore e si sarà abituato il corpo si potrà bere anche il sedimento depositato. Ma questo è a discrezione dei gusti e tempi di ognuno.
Per la prima settimana è bene prendere solo un cucchiaino raso di argilla al giorno.
Dopo si può arrivare anche a 2 cucchiaini, magari separati in 2 volte al giorno, uno sempre la mattina a digiuno, l'altro sempre a digiuno in un altro momento del giorno sempre ad intervalli regolari. Senza mai superare la dose di 3 cucchiaini rasi per giorno. Se si hanno problemi di stitichezza diminuire la quantità di argilla sino a non averere più problemi.

E importantissimo iniziare e proseguire la terapia di argilla graduatamente e senza smettere di colpo, in quanto gli effetti dell'argilla sono consecutivi a più assunzioni a catena. Una cura regolare di argilla non crea nessun problema all'organismo a meno di non avere qualche problema specifico che ne impedisca l'assunzione.

E importante non usare argilla se nei 15 giorni prima è stato assunto olio di paraffina, se si hanno problemi di stitichezza e diverticolosi o se si ha tendenza allo strozzamento di un ernia.

L'acqua argillosa è ricca di minerali ed è ottima per rimineralizzare l'organismo intero e rifornire la sue scorte di minerali puri, bevuta senza il sedimento contiene un ottima quantità di minerali biodisponibili.
NOTA: per poter beneficiare delle propietà disintossicanti complete dell'argilla è necessario bere tutto il contenuto del bicchiere compreso il sedimento che è la parte più importante in un trattamento disintossicante.

L'argilla la si trova di diversi colori, ma quella per uso interno è chiamata argilla verde ventilata, ed è un argilla finissima essiccata al sole priva di impurità, adatta all'assunzione per via orale in quanto purissima. Si trova nelle erboristerie e nei negozi di terapie naturali o ipermercati forniti. La si può trovare sempre più facilmente in tutti i negozi per via del crescente interesse da parte delle persone attente e informate sulle terapie naturali che si stanno diffondendo, riconfermando e ottenendo consensi in tutto il mondo.

8 commenti:

marinella ha detto...

Bell'alticolo, aggiungerei nelle controindicazioni anche i diverticoli. Prima di fare le cure di argilla meglio essere sicuri di non aver una scarsa motilità intestinale per non rischiare un blocco intestinale.

Sardinianguy ha detto...

L'argilla, come pulisce intasa momentaneamente. Sempre meglio conoscere il proprio intestino.
Hai ragione, non avevo considerato i diverticoli come oggetto d'attenzione. Lo posto con l'aggiornamento subito. Sempre meglio consultare il proprio naturopata prima di prendere argilla per chiarire bene il suo funzionamento, anche se generalmente innocua, non bisogna mai andare alla cieca.

Anonimo ha detto...

ragazzi ma la cosa non e' un po' strana?

cioe' bere l'argilla..

concetta ha detto...

Ho letto sul sito di Mednat che la cura dell'argilla si fa per 1 mese, poi bisogna interrompere e ripetere 3 volte l'anno. Mi potresti confermare questa ricetta?

Bioecomen ha detto...

Non esiste una cura dell'argilla.. esistono varie tipologie e posologie di trattamenti... quella da lei indicata è senza dubbio efficace.

Anonimo ha detto...

assunzione di olio di paraffina?? ma che è? la paraffna non è un prodotto petrolifero?
io sapevo che per usao interno si usava l'argilla bianca superventilata...?!

Laura

sweetpoppyseed ha detto...

Ho praticato la terapia dell'argilla l'anno scorso e devo dire che i risultati li ho visti , poi per pigrizia ho interrotto la "cura". Ho una confezione già aperta da un anno di argilla posso usarla senza problemi o è meglio che me ne procuri una di nuova?
Grazie

Anonimo ha detto...

ciao io facevo questa terapia un po di anni fa, ed usavo argilla anche per le articolazioni del ginocchio facendo spesso impacchi, devo dire con grande efficacia, visto che l'argilla è anche un ottimo antinfiammatorio, e avolte su qualche brufolo direttamente per asciugarlo.
ora ho ripreso ed ho quasi terminato il mese previsto din assunzione, io bevo solo l'acqua, non perchè non mi piaccia il sapore della terra, ma solo perchè in questo momento ho in corso un otite acuta con secrezioni e non vorrei aggravarla.
all'argilla aggiungo, come mi hanno consigliato in una erborestireia a londra anche nun cucchiaino di lino dorato (che aiuta a sgonfiare)
grazie per l'articolo molto interessante